28 aprile, 2015

ANASTACIA: "SONO GUARITA EMOTIVAMENTE"

Tra le interviste rilasciate dal suo arrivo in Australia, è uscita quella per il sito Daily Telegraph fatta a Sydney presso The Stramford Hotel. Ecco la traduzione:
Anastacia non si stancherà mai di cantare il suo più grande successo I’m Outta Love.
In tour in Australia, la cantante 46 enne ha detto: "Ogni volta finisco con questo brano. Se non è l'ultima canzone, è la penultima." "Non andrai mai a un concerto senza sentire quella canzone nello spettacolo. Non c'è odio , c’è solo l'amore per quella canzone e probabilmente ha addirittura sempre più apprezzamento."

Anastacia, conosciuta come Anastacia Lyn Newkirk, ha venduto più di 30 milioni di album in tutto il mondo, sfondando nel 2000 con il suo album di debutto Not That Kind e la hit di successo globale I’m Outta Love. "In realtà non la sentii subito come una hit", ha detto Anastacia, che dà il via al suo Resurrection Tour nazionale al The Star Event Centre stasera prima di andare a Wollongong, Gold Coast, Brisbane, Melbourne, Hobart e Perth. "La sentii come divertimento, questo è quello che mi ha trasmesso."

A parte la sua musica, la cantante di Los Angeles ha superato numerosi problemi di salute nel corso degli anni. Ha subito le cure per il cancro al seno nel 2003 e di nuovo nel 2013, quando ha fatto una doppia mastectomia. Ha anche combattuto la malattia di Crohn e una patologia cardiaca. 
"Non sappiamo nella vita - nella maggior parte del tempo – a cosa stiamo andando incontro."

Quanto a essere etichettata come una sopravvissuta, ha detto: "Credo che un sopravvissuto sia chiunque passa attraverso qualunque difficoltà e ci sono tante persone là fuori che hanno il gene della sopravvivenza dentro di se in tutto ciò che fanno."
Superare le avversità della vita ha fatto acquisire ad Anastacia un approccio filosofico verso lo spesso superficiale e materialista mondo dell'intrattenimento.
"Mi sento molto guarita, emotivamente e spiritualmente", ha spiegato. "Mi sento molto centrata. Non mi sento come se appartenessi a questa attività, perché non ho intenzione di andare in riabilitazione o tutte queste cose che le persone fanno nel mio ambiente. E io canto realmente, non uso il play-back."

Il testo originale su dailytelegraph.com.

Lorenzo