01 gennaio, 2015

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Era il 14 aprile 1936 quando, a St. Louis in Missouri (USA), nasceva Robert L. Newkirk da una famiglia di origini tedesche. Quasi ventenne, Robert decise di intraprendere la strada dello spettacolo attribuendosi il nome d’arte di Bob Newkirk. Il suo primo approccio fu nel cinema nella serie tv “Father Knows Best” del 1954, l’anno seguente recitò nella serie tv “The Millionaire”.

Dal Dicembre 1957 Bob Newkirk lavorò in un negozio nei pressi di San Francisco nato dall’idea dell’imprenditore Larry Cortesi che, come riporta la rivista americana Billboard, univa uno studio di registrazione a un rivenditore di album, radio e attrezzatura tecnica per il cinema e la fotografia. 
E’ così che Bob si avvicinò all’ambiente della musica e, dopo l’esperienza di attore, provò a proporsi come cantante, più precisamente nel Jazz: la prima pubblicazione è avvenuta nel 1958 con il singolo “Baby, It’s A Long Walk Home” con lato B "The More I Know About You", ma solo nel 1961 la nota rivista Billboard inizia a parlare di Bob Newkirk e della sua musica segnalando ai lettori il 45 giri che conteneva i brani “Rhythm And Blues” e “Dance Of Love”. Nel 1962 “Dance Of Love” uscì come singolo con lato B “Once Again”. 
Successivamente Bob divenne il cantante della trasmissione “Breakfast Club” dell’ABC Radio a Chicago, esibendosi anche in diverse occasioni che gli permisero di ricevere l’attenzione della stampa e del pubblico americano.

Nel 1963 si annunciava l’uscita del suo nuovo LP e nel 1964 Bob si sposò con la giovane attrice Diane Hurley. Dopo alcune serate nei Club di Chicago, alla fine del 1967, venne rilasciato l’album intitolato “Favorite Hymns” che riproponeva i canti religiosi arrangiati con l’orchestra di Don McNeill nel programma radio “Breakfast Club”. Il disco venne apprezzato dalla critica: Billboard lo definì una “registrazione d’impatto”.

Il trentenne Robert ebbe proprio in questi anni le prime due figlie, Shawn nel 1966 e Anastacia nel 1968, dividendosi tra musica e vita privata. Con la Philip Records nel 1969 uscì il disco che conteneva i brani “The Accident” e “When I Was A Child”. Fino al 1970 la rivista Billboard continuò a segnalare le sue serate nei Club della East Coast, poi nel 1971 venne annunciata l’uscita di un nuovo album e nel 1972 nacque il terzo figlio Brian, che sarà affetto da autismo.

Sings For You”, pubblicato nel 1973, era il primo vero album del cantante: 17 brani jazz-soul che valorizzavano la voce di Bob Newkirk. Secondo gli appassionati del genere “rimane una delle interpretazioni più accattivanti del tipico salotto della tarda golden-era. C'è abbastanza talento e grinta in campo in questo disco per soddisfare i più esigenti”. Il disco funzionò, tanto che ci fu una ripubblicazione dello stesso album con il titolo “Rolls Out The Red Carpet”. 

In questi anni per un breve periodo la famiglia Newkirk si trasferì a Miami. Dal 1971 Billboard non seguì più le sue vicende, ma Bob Newkirk, passato dalla Gemini Records (etichetta dei precedenti LP) alla Bareback Records, pubblicò nel 1977 un nuovo album: “Let Me Be The One”.
Fu un disco di cover e dunque diverso dai precedenti: le 9 tracce, né firmate né arrangiate da lui, avevano sonorità più Country, Soul-RnB e Dance che lo allontanarono dal Newkirk Jazz conosciuto negli Stati Uniti. Questa fu la sua ultima pubblicazione.

Nel 1982 Robert divorziò. L’ex moglie con i figli (tra cui Anastacia adolescente), si trasferirono in un piccolo appartamento di New York nella West Side di Manhattan: i rapporti si fecero più freddi, tanto che dopo i 17 anni Anastacia, per sua scelta, non volle più vedere il padre.
La carriera artistica di Bob Newkirk, che soffriva di disturbi bipolari, non proseguì a livello nazionale, la più recente serata è documentata dal New York Magazine che segnala la sua presenza al Cabaret Danny’s per il 21 luglio 1991.

Dopo l’esplosione del grandissimo successo di Anastacia, Bob Newkirk, 65 enne, intervistato dai giornalisti del Sunday Mirror nel 2002, dichiarò di aver avuto un infarto due anni prima. E’ stato rintracciato nella sua abitazione a St. Louis, dove vive con la sua seconda moglie Suzi e la figliastra. Dichiarò di aver sentito Anastacia in radio e che gli era piaciuta, ma non pensava che si potesse trattare di sua figlia: la distanza fisica rese più difficile il rapporto con i figli, anche se si è sempre dichiarato disponibile a parlare con loro se lo avessero desiderato.
Era il 13 aprile 2005 quando Anastacia era nel pieno del suo tour europeo e venne a sapere che suo padre era morto a St. Louis in Missouri (USA).

Sono molte le cose che accomunano Anastacia a suo padre Robert: oltre alla somiglianza nel viso, sulla copertina del vinile autografato possiamo riconoscere la somiglianza della scrittura di Anastacia con quella del padre; inoltre artisticamente entrambi hanno iniziato la carriera in ambiti diversi dal mondo discografico: Bob come attore e Anastacia come ballerina.
Nonostante l’assenza di un rapporto tra i due, di sicuro in Anastacia rivive l’eredità genetica del padre che è presente nella sua voce, tanto profonda e potente come quella di Robert L. Newkirk.

Note: l’album “Let Me Be The One” di Bob Newkirk si può ascoltare su Spotify e scaricare da iTunes.

Image and video hosting by TinyPic