19 maggio, 2017

NEWS» LA PRODUZIONE DEL NUOVO ALBUM DI ANASTACIA

Manca sempre meno tempo all’uscita del nuovo materiale inedito di Anastacia, che farà tornare la cantante americana nella scena musicale con nuovi singoli, promozione europea e quindi un nuovo tour nei mesi successivi. Lo scorso 16 maggio è stata Anastacia stessa ad annunciare che l'album è completato, perciò, a questo punto vogliamo fare il riassunto di quanto accaduto fino ad oggi, con foto, date e nomi che riguardano il lavoro del nuovo album, la cui uscita è prevista per settembre 2017!
Si tratta, in realtà, di un album inedito sotto molti punti di vista: a partire dalla produzione stessa che, per la prima volta nella carriera di Anastacia, si sta svolgendo nel fulcro creativo svedese assieme ad un team di collaboratori diverso da tutte le precedenti pubblicazioni. Di solito la cantante ha scritto, prodotto e registrato i suoi album soprattutto tra gli studi newyorchesi, californiani e, recentemente, anche londinesi. 

Sono già passati ben sei mesi da quanto questo nuovo percorso ha avuto inizio, ovvero da quando il 6 novembre, appena terminata l’avventura tv con Strictly Come Dancing, in un’intervista alla BBC Radio London Anastacia ha annunciato la sua imminente partenza per Stoccolma per cominciare a lavorare sul nuovo album.
Era il 22 novembre, quando si è recata agli BagPipe Studios (ex X-Level) per incontrare il team capitanato dai produttori Anders Bagge e Tommy Denander, dedicando una settimana alla ricerca dell’impronta da voler dare al nuovo album, tra scrittura, sound e la registrazione di alcune demo.

(Foto1 - 23 novembre, con Anders Bagge e Tommy Denander / Foto2 - 24 novembre / Foto3 - 25 novembre, con Rob Milo / Foto4 - 25 novembre / Foto5 - 25 novembre, con Marcus Holmberg e Emelie Eriksson / Foto6 e 7 - 26 novembre, con Santiago Rodriguez, Emil Schmidt e Yei Gonzalez / Foto8 - 28 febbraio, con Tommy Denander / Foto9 e 10 - 2 marzo / Foto11 - 3 marzo / Foto12 e 13 - 5 marzo)

Questo album, oltre alla produzione svedese, di inedito ha il metodo di lavoro, infatti, si tratta della prima volta che Anastacia si cimenta nella scrittura e nella registrazione di un disco in contemporanea con lo svolgimento di un suo tour. La cantante si sta alternando, così, tra gli studi e i palcoscenici d’Europa sperimentando questa novità, proprio come lei stessa ha annunciato nel suo ultimo singolo “Take this chance” pubblicato nel 2015, ovvero "cogliendo questa occasione per fare qualcosa di mai provato"!
Tornata a Los Angeles a dicembre, Anastacia ha rincontrato a gennaio il produttore Tommy Denander per un paio di settimane di lavoro (qui per rileggere la nostra news), ma è da fine febbraio che la produzione in studio ha ripreso a pieno ritmo, quando ha iniziato a intervallare i concerti privati e l'inizio della nuova leg dell’Ultimate Collection Tour con sessioni di scrittura e registrazione a Stoccolma. Questo fino allo scorso 16 maggio, quando Anastacia ha dichiarato finito il lavoro del disco, occupandosi in questi giorni soltanto della registrazione dei cori.

(Foto1, 2 e 3 - 5 marzo, con Ninsun Poli e Wilhelm Borjesson / Foto4 - 6 marzo / Foto5 - 30 marzo, con Linnea Deb / Foto6 - 1 aprile, con Marcus Holmberg e Alvora / Foto7 - 3 aprile / Foto8 e 9 - 12 aprile / Foto10 - 24 aprile / Foto11 - 8 e 9 maggio, con Anders Grahn e Johan Mikael Röhr / Foto12 - 10 maggio, con Yei Gonzalez / Foto13 - 11 maggio / Foto14, 15 e 16 - 18 maggio, con Britta Bergstrom e Sara Nordenberg)

Il nuovo progetto discografico, ancora top secret per titolo e contenuti, sarà pubblicato a distanza di tre anni dal precedente e rappresenta la prima uscita di materiale inedito con la Sony dopo l’album del 2004 (e il greatest hits del 2005). Si tratterà sicuramente di un progetto speciale per la produzione che vede, da una parte, grandi produttori della scena musicale pop-rock coetanei di Anastacia (Bagge, Denander e Anders Grahn) e, dall’altra, il team della Dreamhill Music Academy formato da nuovi giovani talenti più indirizzati verso sonorità moderne nello stile tropical house (una nuova specie di dance-pop nata negli ultimi anni).
Dunque si prospetta un album interessante e noi non vediamo l’ora di poter ascoltare se, e in quale misura, sono stati miscelati questi due mondi che potrebbero aver dato vita a qualche stile musicale inedito!

Lorenzo e Andrea