24 maggio, 2017

TV» L'INTERVISTA DI ANASTACIA A "THIS MORNING"

Come comunicato sui nostri contatti social, a causa dell'orribile attentato avvenuto la scorsa notte al termine del concerto di Ariana Grande, la diretta del programma britannico "This Morning" è saltata per dare spazio alle news su quanto accaduto. Per questo motivo, è saltata l'intervista di Anastacia prevista per ieri mattina che è andata in onda oggi, anche se ovviamente con un clima differente. Al centro dell'intervista il suo tour nel Regno Unito e l'intenzione di non volersi fermare, nonostante le tragiche notizie, proprio per non darla vinta a chi vuole seminare il terrore.

"Un attacco di codardia", è così che Anastacia definisce l'attentato avvenuto al termine del concerto di Ariana Grande a Manchester, che ha causato 22 vittime ed oltre 100 feriti, tra cui moltissimi giovani. Parlando a Holly Willoughby e Phillip Schofield, Anastacia ha espresso il suo shock per l'attacco barbaro. Ha dichiarato: "È una di quelle cose dove le parole mancano alla maggior parte di noi artisti. Quando accadono cose simili, non sai davvero come approcciarti a qualcosa di così crudele e che ti tocca da vicino. I tuoi fan sono ciò che ti rendono l'artista che sei e ti incoraggiano a fare di più. È un atto così vile da fare nei confronti dei bambini e della gente che sta cercando di divertirsi".

Quando Phillip ha letto il tweet di Ariana Grande in cui ha scritto di sentirsi distrutta dopo l'attacco, Anastacia si è commossa ed ha detto: "So che cosa sta pensando. Sento ogni parola e so che sta dicendo la verità: quando sei una persona come Ariana e sei davvero impegnata con i tuoi fan e ti godi la carriera perché la rendono divertente per te. I fan stanno probabilmente diventando un punto di forza. Lei è una forza, è dolce, è come una bambola e la incoraggio ad affrontare questo come può. Nessuno dovrebbe costringerla a fare qualsiasi cosa in un modo che lei non si sente di fare". 

Phillip allora ha chiesto ad Anastacia come si sentirà quando canterà al O2 Apollo a Manchester il prossimo 27 maggio, e lei ha risposto: "Non lo so, saremo lì insieme e ci saremo per tutti quelli che stanno soffrendo adesso e continuano a soffrire". 
Parlando delle conseguenze degli attacchi terroristici precedenti, Anastacia ha dichiarato: "Ero presente durante l'11 settembre e sono stata in tanti luoghi diversi in cui il terrorismo ha messo il suo timbro [si trovava a Stoccolma durante l'attacco dello scorso 7 aprile]. Invece di tornare nel tuo nascondiglio, devi alzarti di più ed essere un po' più forte. Il Regno Unito ha sempre superato le sue avversità. Ammiro il vostro Paese per la sua forza e la sua solidità".



L'attacco ha suscitato molte domande sulla sicurezza ai concerti, ma Anastacia ha affermato che non puoi puntare il dito quando tutti fanno il meglio ed ha spiegato: "Cerchiamo sempre di fare il meglio per mantenere i nostri fan e la folla al sicuro, però, con Ariana, il terrorista ha aspettato alla porta con tutte le famiglie, sapeva che non avrebbe subito controlli. 
Vogliamo solo mantenere la gente al sicuro e non siamo maghi, non possiamo vedere attraverso le borse. Non possiamo puntare le dita su nessuno perché è solo una cosa terribile. So che la mia sicurezza farà del suo meglio per mantenere i miei fan sicuri come per gli altri artisti". 

Sopra il video dell'intervista andata in onda e di seguito alcune foto di Anastacia negli studi del programma:

Lorenzo