10 dicembre, 2017

INTERVISTA» ANASTACIA POSA PER DAILYMAIL UK

Come ben sappiamo, la nostra Anastacia è stata in questi giorni a Londra per partecipare al noto evento organizzato dall'associazione "No Hoody No Yoni" in collaborazione con Grassroot Soccer e Positive Luxury per raccogliere fondi contro l'AIDS. Già precedentemente, sempre con Positive Luxury, Anastacia aveva presentato la sua linea di bracciali il cui ricavato andrà in favore della ricerca contro il cancro al seno. In questo periodo di permanenza a Londra ha rilasciato anche una profonda intervista al DailyMail UK a cui segue anche un Photoshoot della fotografa Helen Mc Ardle. Di seguito trovate la nostra traduzione:

"Dopo aver affrontato due cancri al seno e, nel mezzo, un divorzio, Anastacia sta festeggiando la nuova fase della sua vita. Riflette sui poteri guaritori di Strictly, sull'arrivo dei 50 anni e sul perchè si sta godendo l'essere single con il sorriso.

Passi un paio d'ore con Anastacia e la cosa che ti stupisce maggiormente è quanto spesso lei rida. Ride quando dice di essere stanca o di aver passato sei mesi via da casa, in giro per il mondo nel tour che ha cominciato ad Aprile ('Ho bisogno di videochiamare gli amici perchè mi ricordino cosa c'è nella mia credenza')

Ridacchia quando un outfit non le sta molto bene ('Questo è il problema di essere alta 1,57cm') o quando ricorda un pubblico da incubo: 'Una riunione aziendale di uomini in abito da sera e donne in vestito da ballo in taffettà'. Sicuramente è un concerto che vorrebbe dimenticare? 'Oh no' dice con un sorriso 'Amo gli show così. Ti trovi avanti un pubblico che non ha per niente interesse nella musica e la sfida è coinvolgerli. Se vedi un ragazzo che si strappa il papillon o una donna che si sventola col fazzoletto a tavola allora hai guadagnato il punto. Si tratta di sfiorare nel bizzarro'.

La cantante di Chicago, Anastacia, la cui canzone I'm Outta Love resta uno dei singoli più venduti di sempre, sa bene come essere bizzarra. Nei suoi 49 anni ha affrontato i disagi del morbo di Crohn, il Cancro al seno due volte (decidendo di sottoportsi ad una doppia mastectomia) e una tachicardia sopra-ventricolare. In più aveva una vista alquanto debole, prima dell'operazione, riusciva appena a focalizzare le caratteristiche del suo viso.

'Non sono il risultato di tutto ciò che mi è andato male nella vita' dice 'Sono tutto ciò che è andato bene. Non sono una vittima, sono una sopravvissuta!' E' la ragione per cui ride molto. l'essere stanca è qualcosa per cui lei è grata, perchè significa che è ancora viva. Essere in tour per 6 mesi nel 2017 è qualcosa che pensava non potesse mai succedere 14 anni fa, quando le fu diagnosticato il primo cancro al seno al quarto stadio.

'E' difficile imparare a non preoccuparsi mai per le piccole cose' dice 'Ma in questo modo impari le lezioni (della vita). Ti rende pronto ad affrontare le sfide: dall'imparare un ballo per Strictly Come Dancing al cambiare il modo di condurre la tua carriera. L'anno scorso per me è stato dedicato al rimettermi in gioco. Non sono mai stata così tanto su un tour bus, ma non sono neanche mai stata così bene'

Il suo ultimo album Evolution è il suo settimo album di inediti ed è una celebrazione dell'andare avanti, rompere le barriere e vivere la vita. Le sue canzoni preferite sono Stamina Perchè a tutti serve la forza in ogni aspetto della nostra vita e Boxer perchè bisogna avere a che fare con i pugni, il sangue ed evitare che qualcuno possa mandarti al tappeto.

'Tutte le canzoni che scrivo hanno un messaggio di potenziamento' dice 'In questi giorni e a questa età gli artisti si focalizzano sulla produzione di una canzone e sull'arrangiamento. Ma per me, la mia musica si focalizza sulle parole, il testo: voglio che le mie canzoni parlino alle persone, che le aiutino a superare i momenti brutti e che sappiano che tutto è possibile. Puoi sopravvivere, puoi evolverti. Guardami.'

           
Partecipare a Strictly Come Dancing l'anno scorso è stato l'ultimo tassello da aggiungere al mosaico della guarigione dal cancro. Ho affrontato il cancro al seno nel 2003; poi nel 2013 la malattia è ritornata e per questo ho deciso di sottopormi ad una doppia mastectomia. Ho fatto in modo che fosse la mia missione parlare apertamente del cancro e del sentirsi ancora donna, ma dentro di me so che qualcosa è andato perso; c'era qualcosa che mi fermava dal credere veramente in ciò che dicevo. Strictly ha cambiato tutto questo. Avranno influito i costumi, i capelli il trucco e quei tacchi alti. Ma anche il mio partner Brendan, che mi faceva sentire favolosa. Ballare tra le sue braccia, appoggiarmi a lui vestirmi elegante mi ha aiutato a recuperare la mia femminilità.

Mi sono sentita forte nel posare nuda [per FaultMagazine] l'anno scorso per mostrare le mie cicatrici al mondo. Sono stata capace di farlo solo dopo Strictly perchè ho riguadagnato confidenza col mio corpo. Prima di quel servizio fotografico avrei parlato tranquillamente delle mie cicatrici, ma mai le avrei mostrate. Ho una cicatrice sulla pancia per un'operazione di rimozione di parte dell'intestino, a cui fui sottoposta quando avevo 13 e mi fu diagnosticato il morbo di Crohn. Ho cicatrici sulla mia schiena e avanti perché i chirurghi avevano bisogno di pelle che non era 'contaminata' dai tatuaggi. Ma le mie cicatrici raccontano la storia di una sopravvissuta, per questo sono belle. Mostrare le cicatrici dopo averle tenute nascoste per anni, non mi fa sentire solo più forte ma anche speranzosa di poter dar forza alle altre donne che si sentono come mi sentivo io.

Ho un'ultima operazione da affrontare prima di terminare questo cammino. Quando mi hanno ricostruito il seno hanno usato i muscoli della schiena. Quei muscoli funzionano ancora ma ora sono sul davanti e li sento strani, quando mi muovo o faccio esercizi. Risultano anche abbastanza mascolini alla vista. Mi sottoporrò ad un'operazione chirurgica che consisterà nel tagliare le terminazioni nervose dei muscoli così da fermarne il movimento. Non ho paura di questa operazione perché non ha niente a che fare col cancro, riguarda come il mio corpo appare dopo il cancro. Sarà la mia ultima operazione... Spero.

Ogni mia malattia mi ha lasciato qualcosa. Ho avuto il morbo di Crohn quando ero giovane, che mi ha aiutato ad affrontare il Cancro da grande. Il cancro mi ha resa coraggiosa e le condizioni del mio cuore mi hanno aiutata a gestire lo stress. Faccio un sacco di Yoga e guardo la tv per rilassarmi. Le malattie mi hanno fatto sviluppare uno spiccato senso dell'umorismo, non mi risparmio quasi mai. Non elimino cose dalla mia dieta (alimentazione). Mangio bene, cerco di tenermi in forma, esercitarmi, faccio tutto in moderazione. Il segreto della vita è sorridere sempre.

Sharon Osbourne è stata la mia compagnia di Cancro ed è la mia eroina. Ho avuto il cancro quando lei ha contratto il cancro al colon. Eltonh John ci ha presentate e siamo diventate incredibilmente amiche, proprio perchè stavamo per affrontare questo grande viaggio insieme. Era una piccolissima donna con un gran cuore ed una grande presenza. Vedo il modo in cui si comporta con i suoi figli, è una mamma tigre che protegge chi ama e so che in ogni situazione possa chiamarla lei mi saprebbe dare il miglior consiglio e saprebbe farmi da supporto. E' la donna ideale secondo me.

L'anno prossimo compirò 50 anni e non vedo l'ora. Mi sento più saggia, mi sento più forte, mi sento più sexy e più a mio agio con me stessa adesso, che 20 o 30 anni fa quando pensavo di essere Miss Piggy perché non ero alta, con gli occhi azzurri e le gambe lunghe. Avevo 30 anni quando sono stata scoperta e la mia casa discografica mi disse che dovevo dire di averne 23. Odiavo mentire sulla mia età e quindi dopo sei anni mi sono ripulita. Nascondere la mia età in quegli anni mi ha resa davvero orgogliosa della mia età attuale. Quando ero giovane provavo ogni sorta di insicurezza: pensavo di non essere attraente. Più crescevo, più non mi vedevo bene.

Faccio ancora il Botox ma non ne sono più ossessionata. A 30 anni andavo pazza per il botox, era il modo per continuare a mentire riguardo la mia età e pensavo che dovevo fare in modo di portare avanti la bugia. Poi mi sono fermata [quando aveva 42 anni] ora faccio il botox una volta all'anno: un ago nelle rughe delle sopracciglia. Non mentirò a riguardo, ma non ne farò abuso sicuramente. Una volta all'anno è abbastanza.

Ho sempre creduto che avrei avuto figli, ma non è mai successo. Come molte donne pensavo che un giorno sarei rimasta incinta, quel giorno non è mai arrivato ed ora semplicemente accetto che il periodo per diventare mamma è ormai passato per me. Non posso essere triste per questo perchè sarebbe da stupidi. Mi sono accadute cose davvero incredibili nella vita e per cui sono grata. Non ho intenzione di adottare, siccome ho tanti bambini nella mia vita: sono zia-Stacia e nonna-Stacia per più di una dozzina di figli dei miei amici. Gli cambio i pannolini, li metto a letto, gli leggo le storie, gli riordino la camera. La mia povera mamma non sarà mai nonna perché nessuno, sia mia sorella Shawn che mi fratello Brian, ha figli.

Mio fratello mi ha trasformata nella sorella più protettiva del mondo. Brian è autistico ma negli anni '70 e '80 non c'era la concezione di questa malattia. Ora vive in una comunità speciale, parliamo tutti i giorni tramite Facetime e ci facciamo tante risate. In passato, quando eravamo piccoli, le persone erano molto cattive. Io e mia sorella eravamo le sue protettrrici ed eravamo feroci. Ricordo di aver rincorso un gruppo di ragazzi che lo stava bullizzando, strillando come una pazza verso di loro e loro rimasero terrorizzati. Non posso sopportare di vedere qualcuno soffrire per abusi o bullismo, soprattutto i bambini, nessuno può fermarmi dal mettermi in mezzo.

La mia famiglia significa tutto per me, nel bene e nel male. Mio padre ci ha lasciati quando avevo solo 3 anni, quindi, io mia mamma e mia sorella siamo diventate incredibilmente unite. Mia sorella lavora con me e non potrei stare senza di lei. E' divertente e onesta e in questo ambiente hai bisogno di qualcuno di cui ti fidi. Non avevo contatti con mio padre. Era un cantante e ho ereditato la sua voce, si può dire sia stato un pensiero carino da parte sua. E' morto nel 2005 e quello fu in periodo strano per me perché provavo tante emozioni contrastanti: il fatto che era andato via per sempre rendeva più semplice risolvere la relazione.

Non sono mai stata vittima di molestie sessuali. Sono sconcertata su tutto quello che è venuto a galla sui presunti abusi a donne da Harvey Weinstein, ma niente del genere mi è mai successo. Ero già grande quando ho firmato il mio primo contratto discografico, cosa che credo sia positiva perché mi conoscevo già abbastanza.

Quando mi sono sposata [col suo bodyguard Wayne Newton] nel 2007 credevo sarebbe durato tutta la vita, ma poi 3 anni dopo ho divorziato. Non funzionava. Non fu un divorzio complicato, non avevamo figli, quindi ora semplicemente i nostri cammini non si incroceranno più. Se corressi verso di lui ad un evento, saprei che siamo riusciti ad abbracciarci, chiacchierare e andare avanti. E' abbastanza corretto no?

Sono single, ma col sorriso. Sono constantemente in tour e non ho relazioni serie. Ma mi piace essere un po' romantica o divertirmi, quindi non sempre sto sola. Non so se mi sposerò di nuovo, è una grande domanda e soprattutto una grande decisione da prendere.

Non ho vergogna di dire che la mia relazione viene prima. Penso che molte donne hanno paura invece di dirlo. A 20 o 30 anni ero impegnata a cercarmi un uomo, renderlo felice, pensavo ai figli e ad avere una carriera. Negli ultimi anni mi sono concentrata su quello che faccio e ciò mi ha davvero dato tanta soddisfazione. Mi piace esibirmi, adoro scrivere canzoni, amo stare sul palco, stare in tour. Non sono solo una cantante, sono una donna con un messaggio che riguarda stendere e sopravvivere a quelli che vogliono metterti al tappeto. Mi sento davvero fortunata a poter condurre questa vita.

Sir Elton John è stato il mio angelo custode. Sono cresciuta amando la sua musica, e poi quando ho iniziato è stato il primo grande nome a mostrarmi supporto. Mi ha presentata ai suoi amici, ha parlato di me ad altri artisti e mi ha dato le migliori dritte che un musicista possa dare. Da bambina ero ossessionata da lui. Quando avevo sei anni mia mamma mi disse che dovevo mettere gli occhiali perché la mia vista era molto scarsa, credeva di darmi una cattiva notizia, ma io scoppiai di gioia e le dissi che volevo degli occhialetti come quelli di Elton John. 

Sono una donna americana con un ossessione per gli inglesi. Ho sposato un uomo inglese, la mia icona di stile è Kate Moss, gli artisti che amo al momento sono Ed Sheeran, Sam Smith e Olly Murs, i miei più grandi punti di forza sono Elton e Sharon. Una delle più grandi cose che mi sia successa è partecipare a Strictly Come Dancing. Penso di essere nata nel Paese sbagliato. 

Le persone vere mi ispirano di più delle celebrità. Adoro che Angelina Jolie ha parlato della sua mastectomia e Kylie Minogue del suo cancro al seno. Se incontrassi Olivia Newton John le darei un abbraccio fortissimo perché lei, come me, ha preso la sua malattia come una missione. Ma sono le cose che le persone vere fanno che mi ispirano di più. Recentemente ho consegnato un premio ad una donna in Germania, che ha perso la figlia per colpa del cancro; lei ha messo su un servizio in cui donne col cancro vanno e si vestono da sera e si fanno foto. Penso sia una cosa così toccante. 

Tutti hanno brutte giornate. Non importa quanto sei positiva/o, ci saranno periodi in cui non ti senti alla grande riguardo la tua vita o riguardo te stesso. Io dico, vai così. Non possiamo essere sempre felici, ma se non ti senti mai così allora metti della musica o fai qualcosa che potrebbe tirarti su. La vita è fatta di emozioni e non possiamo nasconderci da esse, dobbiamo abbracciarle e andare avanti con loro."

Francesco